Alessandro Magno e la Pop art (2)

Ecco un altro esempio delle metamorfosi e delle “persistenze” della figura di Alessandro nell’immaginario contemporaneo e nella cultura di massa.

Andy Warhol (1928-1987) rappresentò Megalexandros nel suo “pop Pantheon”, ispirandosi ad un busto di età ellenistica conservato a Basilea. L’opera fu commissionata dal gallerista e collezionista greco Alexander Iolas.

Alessandro_warhol_la fonte

Alessandro è l’unica personalità appartenente al mondo classico rappresentata da Warhol nelle sue creazioni ed  è l’unico caso in cui il modello sia venuto da una scultura e non da un’immagine pittorica o fotografica (FONTE: http://revolverwarholgallery.com).

L’artista  pubblicò la serie nel 1982, in collaborazione con la Hellenic Heritage Foundation e in occasione dell’inaugurazione della mostra  “The Search for Alexander” al Metropolitan Museum of Art (Ottobre 1982- Gennaio 1983).

3406 Total Views 2 Views Today
Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwitterpinterest

Facebooktwitteryoutube

About Mrsflakes

Il sito latinorum.tk è nato per accompagnare le mie lezioni dedicate alla cultura latina, per proporre divagazioni "extra ordinem" sulla classicità e per condividere in rete percorsi e materiali. Si tratta di un lavoro in fieri, che si arricchirà nel tempo di pagine e approfondimenti. Grazie anticipatamente a chi volesse proporre commenti, consigli, contributi: "ita res accendent lumina rebus…" Insegno Italiano & Latino al Liceo Scientifico ”G. Galilei” di San Donà di Piave, in provincia di Venezia. Curo anche il blog illuminationschool.wordpress.com e un sito dedicato a Dante e alla Divina Commedia, www.dantealighieri.tk.
This entry was posted in Attualità dell'antico and tagged . Bookmark the permalink.