Giulio Cesare

Vita Caesaris

ritratti_cesare

Fuit in illo ingenium, ratio, memoria, litterae, cura, cogitatio, diligentia; res bello gesserat quamvis publicae calamitosas, at tamen magnas; multos annos regnare meditatus magno labore multispericulis quod cogitarat effecerat; muneribus, monumentis, congiariis, epulis multitudinem imperitam delenierat: suos praemiis, adversarios clementiae specie devinxerat.

Cicero, Philippica, III, 45

Se si confrontassero con lui, per ogni genere di virtù militari, i Fabii, gli Scipioni, i Metelli o quelli dell’età sua o di poco anteriori, Silla, Mario, i due Luculli o anche lo stesso Pompeo, la cui fama allora era giunta fino alle stelle, Cesare sarebbe certo superiore a ognuno di loro per la difficoltà dei luoghi in cui combatté, per la vastità delle regioni conquistate, per il numero e il valore dei nemici che sconfisse, per la stravaganza e la ferocia dei costumi delle genti che riuscì a conciliarsi, per l’equità e la clemenza verso i vinti e per la larga generosità verso i suoi soldati; certo fu superiore a tutti per aver combattuto un maggior numero di battaglie e per aver conseguito il maggior numero di vittorie. In meno di dieci anni di guerra per la conquista della Gallia, prese più di ottocento
città, sottomise trecento popoli diversi, combatté contro tre milioni di uomini: un milione ne uccise e altrettanti ne catturò.
Plutarco, Vite parallele, Giulio Cesare

COSTANTINO KAVAFIS, Idi di marzo, da La memoria e la passione

Le grandezze paventa,
anima. Le ambizioni, se vincerle non puoi,
secondale, ma sempre cautelosa, esitante.
Quanto più in alto sali,
tanto più scruta, e bada.
E quando all’acme sarai giunto, ormai,
Cesare, quando prenderai figura
d’uomo così famoso, allora bada,
quando cospicuo incedi per via col tuo corteggio:
se mai, di tra la massa, ti s’accosti
un qualche Artemidoro, con uno scritto in mano,
e dica in fretta: «Lèggi questo súbito,
è cosa d’importanza, e ti riguarda»,
allora non mancare di fermarti, non mancare
di differire colloqui e lavori,
di rimuovere i tanti che al saluto
si prostrano (più tardi li vedrai).
Anche il Senato aspetti. E lèggi súbito
il grave scritto che ti reca Artemidoro.

Nell’unica stanza della capanna molto cadente, l’ex legionario di Cesare stava seduto con il suo schiavo vicino al focolare di pietra…
«Cosa vuole sapere di lui?» domandò in modo non particolarmente gentile.
«Lei è stato con lui nelle Gallie?» ribattei.
«Sì, signore» disse «eravamo lì.Tre legioni, signore.»
«Lo ha visto da vicino?»
«L’ho visto soltanto due volte, in dieci anni. A cinquecento passi la prima volta, a mille passi la seconda» rispose.
«La prima volta, se vuole saperlo con esattezza, durante la rivista a Luco, con la conseguenza di quattro ore di esercizi di punizione. La seconda durante l’imbarco
per la Bretagna.»
«Era molto amato?» domandai.
Egli tacque un bel po’, guardandomi incerto. Poi disse:
«Dicevano che è in gamba.»
«Ma l’uomo semplice aveva fiducia in lui?»
«Il rancio non era cattivo. A questo ci badava, dicevano.»
«Lei ha fatto anche la guerra civile?»
«Signor sì, con Pompeo.»
«Come mai?»
«Facevo parte della legione che si era fatta prestare da Pompeo. La restituì prima che scoppiasse la guerra civile.»
«Ah, ho capito» dissi…
Mi alzai, perché volevo andare ancora da Mumlio Spicro.
«Ma che aspetto aveva Cesare?»
Egli ci pensò un poco, poi disse indeciso: «Sciupato».
Bertolt Brecht, Gli affari del signor Giulio Cesare [1956], Torino, Einaudi, 2015

normal

Luca Canali, Nei pleniluni sereni, Longanesi, 1985

“E tu Lucrezio come giudichi Cesare?”
“Severo con se stesso, generoso e indulgente con gli altri: quando non combatte. Quando combatte diventa impassibile, spietato, persino feroce, ma senza odio. Cesare non sa odiare. E ciò rende più detestabili le stragi che compie.”

L. CANFORA, Cesare visto da Cicerone

La trasmissione televisiva della RAI “Correva l’anno”, a cura di Paolo Mieli, dedicata alla vita e alle imprese del divo Giulio:
video parte prima
Video parte seconda

1066 Total Views 1 Views Today
Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_pluspinterest